253 Eduardo

Eduardo

  • No SVG support
    Paese: El Salvador
  • No SVG support
    Età: 9
  • No SVG support
    Genere : Bambino
Sostieni Eduardo oggi

15 Svizzeri si impegnano in modo estremo per i bambini!

2 Marzo 2017

Sapevate che nel 2017, già 15 Svizzeri si sono impegnati a lottare contro la povertà estrema?

Incredibili atleti danno il loro tempo e la loro energia per correre per i bambini bisognosi! Ogni partecipante è impegnato a raccogliere CHF 10'000.- o 10 sostegni per cambiare concretamente la vita di questi bambini!

Compassion Svizzera e i 4M Svizzera si sono uniti intorno al Muskathlon per «liberare i bambini dalla povertà nel nome di Gesù». Per promuovere la giustizia nel mondo delle donne e degli uomini si impegnano a correre una semi-maratona (21 Km), una maratona intera (42km), o a percorrere 120 km di mountain-bike o ancora una marcia di 60 km. Il percorso del Muskathlon attraversa i villaggi, in cui le comunità e le chiese cristiane lavorano e collaborano con Compassion.

Quest’anno il Muskathlon avrà luogo in:
- Uganda dal 13 al 22 Maggio 2017
- Ruanda dal 13 al 22 Maggio 2017
- Ecuador dal 18 al 28 Settembre 2017
- Indonesia dal 7 al 16 Ottobre 2017

È ancora possibile iscriversi da qui (potete scegliere la lingua in alto a destra: inglese, francese, tedesco, olandese)

 

Testimonianza di Caroline Megert, participante al Muskathlon in Ecuador 2016

« È stato semplicemente suuuper ! Tutti i ricordi di quel viaggio sono ancora ben impressi nelle nostre menti. Eravamo con un buon gruppo e con delle persone formidabili dalle quali abbiamo potuto e voluto apprendere molto. Abbiamo sentito veramente la presenza di Dio.

 Il giorno del Muskathlon è stato davvero impressionante. Siamo partiti a mezzanotte (senza aver dormito troppo in anticipo). Ogni 5 km circa, c’era una stazione di rifornimento con bevande isotoniche, acqua e frutta. Dato che era buio, non ci siamo resi conto che eravamo in quota, a 700 metri. Abbiamo seminato gli Olandesi poco dopo l’inizio perchè non sono abituati all’altitudine.

Verso le 6, l’alba ci ha permesso di scoprire finalmente il meraviglioso paesaggio intorno a noi. Purtroppo, a metà del percorso, ho avuto un dolore al piede, ma abbiamo preso coraggio e ho guadagnato forza. Poi, la vista della sabbia e della caletta rocciosa mi ha motivato per gli ultimi 6 chilometri. Siamo passati lungo il letto di un torrente proseguendo con un ritmo da lumaca. Infine, il mare e l’obbiettivo in vista. Ancora 2 chilometri. Ero alla fine delle mie forze e alcuni partecipanti, che avevano già passato il traguardo, mi hanno aiutato e portato, lasciandomi nuovamente camminare per farmi passare la linea del traguardo da sola. Incredibile !

Dopo 55 Chilometri e 12 ore di sforzi, ce l’abbiamo fatta. I bambini che sosteniamo ci sono venuti incontro. Ed è stato questo il momento più bello !

Posso solo raccomadarlo il Muskathlon ! Questa è stata realmente un incredibile esperienza e alla fine, non è per la prestazione atletica. È pazzesco quanti bambini hanno trovato un sostenitore e quante donazioni sono state raccolte. Anche tutta la preparazione è stata meravigliosa. Delle persone che non conoscevamo o che conoscevamo poco, hanno deciso di sostenere un bambino o di fare una generosa donazione.  Degli amici hanno organizzato una festa in giardino ed hanno raccolto dei fondi per noi. E poi, la compagnia di molte buone discussioni insieme. »