sopravvivenza: un papà beneficia del programma per mamme e neonati
Misgana

Misgana

  • No SVG support
    Paese: Äthiopien
  • No SVG support
    Età: 2
  • No SVG support
    Genere : Bambina
Sostieni Misgana oggi

Quando un papà beneficia del programma di sopravvivenza per mamme e neonati

survie, un papa bénéficie du programme de Compassion en Ethiopie

Prodip e la sua famiglia, davanti alla loro casa

Sei giorni dopo la sua nascita in una piantagione di tè in Bangladesh, la piccola Protima e sua sorella hanno perso la mamma per complicazioni durante il parto. Straziato dal dolore, il padre, Prodip, è rimasto con quattro persone a carico: i suoi tre figli, la piccola Protima, Bishal di un anno, Purnima di otto anni e il fratello minore, Dip, di 14 anni. Questo padre poteva contare solo su sua madre, già molto anziana, per aiutarlo nelle sue responsabilità genitoriali.

Prodip ha messo subito in vendita due alberi di jackfruit. Ne ha ricavato 10 CHF, che gli hanno permesso di comprare solo quattro confezioni di latte per la piccola Protima… Ha cominciato a lavorare il doppio per aumentare il suo magro reddito… Ma non bastava.

Ammesso al programma di sopravvivenza di Compassion

La buona notizia è che lui e sua figlia sono stati ammessi al programma di sopravvivenza di Compassion, vicino a casa, quando la piccola Protima aveva appena 21 giorni. 

La notizia meno buona è che, nonostante la giovane età, soffriva già di malnutrizione. È stata immediatamente portata in ospedale, ma dopo un esame, i medici hanno espresso riserve sulle sue possibilità di sopravvivenza. Non si sono arresi e hanno deciso di tentare il tutto per tutto. Mentre riceveva solo una bustina di latte in polvere ogni due giorni, la sua dieta è stata aumentata a due scatole di latte in polvere (400 grammi ciascuno) alla settimana. Il programma di sopravvivenza ha assicurato alla famiglia che avrebbe avuto latte a sufficienza per soddisfare il suo fabbisogno nutrizionale.

Protima ha lentamente guadagnato peso e la sua salute è migliorata. La famiglia ha cominciato ad adattarsi alla perdita della madre. Sembrava che il peggio fosse passato, ma un’altra tragedia li attendeva. Poco dopo infatti, è morta la nonna di Protima.

Una grande mobilitazione

“Senza i miei vicini e il sostegno del centro Compassion, non so come la mia famiglia si sarebbe ripresa da questa situazione caotica”, dice oggi Prodip. Dopo quattro anni di cure fornite dal centro Compassion, chiunque abbia visto Protima e abbia pensato che non sarebbe sopravvissuta si è sbagliato. “Questa bambina gode di una così buona  salute che negli ultimi due anni non abbiamo dovuto portarla in ospedale”, dice con gioia Elena, che lavora al programma di sopravvivenza di Compassion. 

In effetti, non è più fragile o malata come quando è nata. Anzi, tutto il contrario. Questa vivace bambina è sana, attiva e gioca come tutti gli altri bambini della piantagione di tè. Ama giocare a calcio con il fratello maggiore Bishal e rastrellare le foglie nel loro cortile divertendosi con l’amica del vicinato.

Prodip non è l’unico padre ad essere stato accolto nel programma di sopravvivenza di Compassion.

La gioia lascia il posto all'agonia

Survie : un papa et ses deux filles jumelles en Ethiopie

Bogale e le sue due figlie, Saron e Sara

In Etiopia, la gioia di avere due gemelle è svanita rapidamente quando Bogale, padre di cinque figli, ha iniziato a notare il graduale declino della salute della moglie. Per otto mesi dopo la nascita delle bambine, in una piccola città a dieci chilometri a est della capitale Addis Abeba, Bogale ha dedicato il suo tempo e tutto il denaro che aveva a cercare di trovare una cura per sua moglie.

“La gravidanza era già stata difficile per lei. Ha sofferto di una fistola e di altre complicazioni dopo il parto. Stava molto male. L’ho portata in diversi ospedali, ma non hanno potuto fare nulla per lei. Quando le sue condizioni sono peggiorate, ho lasciato il mio lavoro per stare con lei e prendermi cura delle bambine”, spiega il padre. Nonostante i suoi sforzi, sua moglie e madre dei suoi figli è morta quando meno se lo aspettava. La sua morte ha cambiato tutto.

Padre di cinque figli, responsabile del loro nutrimento

Bogale ha dovuto prendersi cura dei suoi cinque figli, tra cui due gemelle appena nate. Il dolore, il compito di occuparsi da solo delle bambine e la mancanza di denaro per provvedere al mantenimento dei figli lo hanno portato a considerare l’idea di dare le figlie in adozione. Ha trovato persino una coppia interessata. 

Tuttavia, parenti e vicini sono venuti a sapere del suo piano e gli hanno consigliato di andare a chiedere aiuto alla chiesa locale. Dopo averlo ascoltato, i responsabili della chiesa e del centro di sviluppo infantile hanno deciso immediatamente di ammettere il padre e le sue due figlie gemelle al programma di sopravvivenza.

“Il sostegno che ho ricevuto per le bambine attraverso questo programma è stato inestimabile“, ha detto Bogale. Tuttavia, anche se le gemelle hanno ricevuto il sostegno necessario, Bogale era ancora ostacolato dal reddito insufficiente che guadagnava lavorando in una fabbrica per mantenere la famiglia di sei persone.

Survie : un papa apprend le métier de plombier en Ethiopie

Formazione per un nuovo inizio

La formazione in attività generatrici di reddito fornita dal programma di sopravvivenza ha dato a questo padre idee e accesso a un prestito per avviare la propria attività.

“Avevo delle competenze. Ho lavorato come idraulico quando ero nell’esercito. Ho sempre voluto lavorare in questo campo”. Bogale è diventato rapidamente l’idraulico più richiesto della zona. La qualità del suo lavoro, il suo atteggiamento positivo e la sua puntualità lo hanno aiutato ad attirare molti clienti. Oggi Bogale gestisce una piccola impresa che dà lavoro a diverse persone. Il suo prossimo obiettivo è aprire un negozio di sanitari.

Le sue due figlie gemelle stanno crescendo. Entrambe hanno aderito al programma di sostegno dei bambini. A scuola sono ottime allieve e lavorano sodo. Sono l’orgoglio e la gioia del padre.

L'anno scorso, grazie a te, più di 1.000 donne hanno ricevuto sostegno

Compassion Svizzera è convinta dell’importanza del nostro programma di sopravvivenza per mamme, papà e neonati. 2,6 milioni di bambini muoiono prima di raggiungere i 28 giorni di vita. E altrettanti non compiranno mai il loro quinto compleanno. Inoltre, più di 250.000 donne perdono la vita durante la gravidanza o a causa di problemi durante il parto. 

Gli esperti dell’Associazione Internazionale Pediatrica per lo Sviluppo (IDPA) sono unanimi nell’affermare che un buon monitoraggio della gravidanza, della nascita e dei primi dodici mesi di vita cambia tutto. Sia per la sopravvivenza della madre e del bambino che per il suo sviluppo a lungo termine. In passato, grazie a una o più donazioni, ci hai permesso di fornire un sostegno concreto a più di 1.000 madri e ai loro bambini.

Quest’anno, fino a metà giugno, siamo riusciti a fornire sostegno a 168 madri. È una buona notizia per loro, ma il nostro obiettivo di sostenerne 1.100 entro dicembre è ancora lontano.

CON 62 CHF, SOSTIENI UNA DONNA incinta o una madre con il suo bambino PER UN MESE INTERO

Vorrei donare

Per concretizzare la donazione mensile, optate per un primo pagamento con carta di credito o bonifico bancario (schede sopra). Compassion Svizzera invierà succesivamente le informazioni per eventuali trasferimenti.

I miei dati personali
Si, sono a conoscenza della vostra politica sulla protezione dei dati


Le tue donazioni a Compassion sono deducibili dalle tasse in Svizzera.