202 Ngeresa

Ngeresa

  • No SVG support
    Paese: Kenya
  • No SVG support
    Età: 18
  • No SVG support
    Genere : Bambino
Sostieni Ngeresa oggi

64 Lettere: La storia di un bambino non sostenuto

21 Febbraio 2017

Valérie Nikiema piccola bimba del Burkina Faso è curvata sul suo giornale – scrive instancabilmente con la sua penna gialla preferita – scrive senza sosta con profonda concentrazione. Intorno a lei, decine di bambini scarabocchiando e disegnando guardano sul lavoro dei compagni vicino.

È giovedì, il giorno in cui tutti i bambini del Centro si ritrovano a scrivere delle lettere per i loro sostenitori.

Se Valérie sente il caldo afoso, non mostra alcun segno a riguardo. Il suo sguardo è fisso sul foglio davanti a lei – lei che lo alza solo per cercare le matite colorate. Gira la pagina ed inizia il disegno sul retro. Il suo tutore passandole davanti le sussurra delle parole di incoraggiamento. Poi, finalmente Valérie finisce il suo disegno. Il suo foglio è pieno di colori. L’unico spazio vuoto è dove dovrebbe scrivere il nome del suo sostenitore. Ma, per il momento, quel posto resterà bianco. In effetti, Valérie non ha ancora qualcuno che la sostiene.

Nel portare la lettera al suo tutore, la piccola, mormora una veloce preghiera affinchè un giorno le sue parole sincere e i suoi disegni possano trovare nel percorso un sostenitore che con gioia le risponderà. Fino ad oggi ha scritto 64 lettere.

"È solo una questione di tempo. Noi tutti speriamo che Valérie venga presto sostenuta,” dice Lydia Zongo, la direttrice del Centro Compassion.

Purtroppo un secondo anno è passato. Valérie inizia a chiedersi se ha scritto qualcosa per offendere il suo sostenitore.  C’è qualcosa di sbagliato in lei ? Perché la sua migliore amica Felicite, ha un sostenitore e lei ancora no?

Lydia e il suo team hanno intensificato gli sforzi per infondere fiducia e un senso di valore a Valérie; questo avviene in particolare per tutti i bambini che non hanno un sostenitore.

 "Il rischio e che i bambini iniziano a credere che nessuno li vuole perché non sono dei bravi bambini. La maggior parte di loro provengono da ambienti dove nessuno gli ha mai detto che sono amati e desiderati...il non trovare nessun sostenitore può incrementare questa sensazione di inutilità”, ci dice. Per questo, ai bambini viene insegnato con determinazione l’amore che Dio ha per loro. I bambini vengono incoraggiati a partecipare a tutte le attività del programma di sostegno e a mettere tutte le preoccupazioni ai piedi di Dio.

Valérie e altri bambini non sostenuti non perdono nessuna attività. Non c’è nessuna differenza tra il sostegno che riceve Valérie e quello che riceve la sua migliore amica Felicite. Compassion e tutte le chiese locali partner  garantiscono che tutti i bambini siano riconosciuti, amati e protetti, sia che siano sostenuti o no. Ma l’amore e l’incoraggiamento personale di un amico lontano sono doni che solo un sostenitore amorevole e attento può dare.

Siamo così felici di condividere con voi la notizia da parte di Lydia che Valérie è stata sostenuta !

 

Se lo desiderate anche voi potete diventare un sostenitore di un bambino come Valérie oggi.