fbpx
241 Nui

Nui

  • No SVG support
    Paese: Thaïlande
  • No SVG support
    Età: 19
  • No SVG support
    Genere : Bambino
Sostieni Nui oggi

Quasi 10 milioni di bambini non potranno più andare a scuola

23 Luglio 2020

Durante il Covid-19, i bambini che sono stati colpiti dalla chiusere delle scuole sono circa 1,6 miliardi. Mentre in Svizzera e nella maggior parte dei Paesi europei il ritorno in classe è assicurato, nel resto del mondo non è affatto così.

La pandemia di Covid-19 caccerà definitivamente quasi 10 milioni di bambini dalla scuola. L’istruzione scolastica è un fattore determinante nella lotta contro la povertà estrema.  Anche prima dell’attuale crisi sanitaria, quasi 260 milioni di bambini in età scolare non andavano a scuola.

Non è solo questione di sapere

Non andare a scuola avrà un impatto sull’apprendimento scolastico. Ma non solo. Infatti, la scuola permette ai bambini di avere accesso a pasti equilibrati (distribuiti dalla scuola), di essere protetti dal lavoro minorile, dalla prostituzione infantile, dalle reti di gang e dalla droga, e più semplicemente dalla violenza domestica. Miguel in Honduras, aveva tutti i requisiti per unirsi alle bande violente del suo quartiere. Sua madre, la più istruita della famiglia, ha frequentato la scuola  per soli tre anni. Senza il patrocinio di Compassion e il sostegno educativo fornito dal centro, Miguel probabilmente non avrebbe perseverato. In effetti, i suoi voti erano molto bassi. Ora, Miguel finalmente è riuscito a terminare la sua formazione scolastica e ha anche ottenuto il suo primo lavoro come barbiere.

Bambine e bambini non sono uguali

Le ragazze sono più colpite dei ragazzi. Soprattutto in Bangladesh, i genitori spesso non sono in grado di resistere alle tentazioni di un matrimonio forzato per la figlia minorenne. In altri paesi asiatici, ma non solo, le ragazze sono abbandonate all’industria del sesso fin da piccole. In entrambi i casi, i genitori sono spesso convinti o (sono obbligati a esserlo) che questo impedirà loro di scivolare ancora di più nella povertà estrema.

Un altro fenomeno esplicativo è la prevedibile esplosione di gravidanze indesiderate, come già avvenuto durante la pandemia di Ebola. Secondo alcune stime, sono previste altre 3 milioni di gravidanze.

Africa altamente esposta

Secondo un rapporto dell’UNICEF, il rischio di abbandono scolastico è attualmente più alto in Tanzania, Etiopia, Ruanda e Uganda tra i 25 paesi in cui Compassion sostiene i bambini attraverso il programma a distanza. La ragione principale è l’insufficienza di fondi per finanziare le scuole, dato che i governi sono stati costretti dalla pandemia a utilizzare i fondi pubblici principalmente per “bisogni sanitari urgenti”.

Un sostegno per proteggere un bambino

Compassion combatte con tutti i mezzi per permettere ai bambini di andare a scuola. Un sostegno  garantisce, oltre a un supporto educatico, cibo sano e regolare, assistenza medica, formazione specifica (igiene, cucina, artigianato), sviluppo spirituale nella chiesa locale e attività per sviluppare i talenti.

SI, oggi scelgo di sostenere un bambino in età scolare